Home » Visitare il Parco » Prodotti tipici » Salumi

Bresaola della Val d'Ossola

IGP - Indicazione Geografica Protetta IGP - Indicazione Geografica Protetta

Quando si parla di breasola il pensiero corre alla Valtellina, terra lombarda d'elezione di questo salume che ha ottenuto ormai da tempo l'Igp. Meno conosciuta, ma di antica tradizione, è anche la bresaola della Val d'Ossola, tradizionalmente chiamata carne salata. La bresaola si ottiene solitamente da due tagli di carne bovina: la sottofesa e il magatello, quarto posteriore del vitellone.

Prima aromatizzati con pepe, cannella, noce moscata, timo, rosmarino, chiodi di garofano, alloro, zucchero e vino bianco, i pezzi di carne sono successivamente posti sotto sale per non meno di 15 giorni. Terminata la salatura si passa a un'accurata asciugatura e poi all'insaccatura nella bondiana (budello di vitello). La stagionatura dura da due a tre mesi. Il modo migliore per gustare il prodotto finito, è il più classico: si fa marinare con olio, pepe e qualche goccia di limone per circa un'ora.

 
share-stampashare-mailshare-facebookQR Code