Home » Il Parco propone » News e comunicati

Forum civico CETS: 17 Febbraio 2017

Si rinnova l'appuntamento annuale

(Vogogna, 16 Febbraio 2017) - Previsto per domani venerdì 17 febbraio è il consueto appuntamento del Forum Civico della Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS) organizzato in modo congiunto dall'Ente Parco Nazionale Val Grande e dall'Ente di Gestione delle Aree Protette dell'Ossola. Il Forum si terrà alle ore 15.00 presso la Sala del Centro Servizi per il Territorio in Vicolo Facini (Piazza Chiossi) a Domodossola.

Quella del Forum è una straordinaria occasione di incontro e confronto fra tutti gli attori locali e non che condividono i principi e le finalità della CETS ed inoltre una vetrina importante per far conoscere la natura di questo importante processo volto allo sviluppo sostenibile del territorio alle comunità locali.

Programma:

15.00 - Saluti dei presidenti degli Enti Parco: Massimo Bocci, Presidente dell'Ente Parco Nazionale Val Grande, e Paolo Crosa Lenz, Presidente dell'Ente di gestione delle Aree Protette dell'Ossola.

15.15 - Relazioni

  • L'avanzamento dei piani d'azione del Parco Nazionale Val Grande e dei Parchi dell'Ossola: resoconto e monitoraggio 2016 (a cura degli Enti parco)
  • Parchi e operatori privati: interessi diversi a confronto (a cura di Marco Katzemberger, albergatore e Presidente Consorzio Qualità Parco, Parco Naturale Adamello Brenta)
  • La Carta come scelta volontaria e opportunità di sviluppo. Abbiamo certificato il parco, certifichiamo anche gli operatori? (a cura di Luca Dalla Libera, Consulente Federparchi)

16.30 - La CETS: lascia o raddoppia! Il Futuro della Carta Europea con lavoro di gruppo e successivo momento di condivisione

17.30 - Conclusioni

La Carta Europea per il Turismo Sostenibile, concessa ai nostri due parchi nel 2013 dalla Federazione Europarc, manifesta la volontà delle istituzioni che gestiscono le aree protette e dei professionisti del turismo di favorire un turismo conforme ai principi dello sviluppo sostenibile e impegna i firmatari ad attuare una strategia a livello locale in favore di un "turismo sostenibile", definito come "qualsiasi forma di sviluppo, pianificazione o attività turistica che rispetti e preservi nel lungo periodo le risorse naturali, culturali e sociali e contribuisca in modo equo e positivo allo sviluppo economico e alla piena realizzazione delle persone che vivono, lavorano o soggiornano nelle aree protette".

La Carta riconosce che le aree protette non devono lavorare da sole nella gestione del turismo, ma tutti i soggetti interessati dal turismo nell'area e nelle vicinanze devono essere coinvolti nello sviluppo e nella gestione. Può essere considerata come il "contenitore" entro il quale si sono sviluppate e continuano a crescere le "energie buone " del territorio.

Il Forum civico è aperto alla partecipazione di tutti.

foto della notizia
 
share-stampashare-mailshare-facebookQR Code