Home » Visitare il Parco » I percorsi

Straolgio

Elevato interesse: panorama 
  • Partenza: Valle Loana - Fondo Li Gabbi (1256 m)
  • Tempo di percorrenza: 6 ore
  • Difficoltà: E - Escursionistico
  • Dislivello: 961 m
  • Segnavia: segnato bianchi/rossi
  • Periodo consigliato: da marzo a settembre

A Malesco (Valle Vigezzo) si segue la strada per Finero e la Val Cannobina. All'uscita del paese, si imbocca una strada asfaltata a destra che porta in Val Loana. Si lascia l'automobile a Fondighebi (Fondo Li Gabbi sulle carte) nel parcheggio al termine della strada.

Il Cimone di Straolgio è una "grossa collina" dalla forma tozza con i dolci versanti che esplodono di mille colori durante la stagione delle fioriture estive. L'alpe Straolgio appartiene al comprensorio di Portaiola (una delle valli più produttive e fertili della Val Grande) e fu insediata da diverse comunità fin dal XIII secolo. Oggi l'alpe, abbandonata nel 1968, sta tornando a nuova vita grazie ad un progetto di recupero d'eccellenza per la sua riqualificazione come agriturismo d'alta quota, oltre ad essere il luogo di campi di ecovolontariato e studi sulla biodiversità degli ambienti alpini.
Da Fondighebi a Scaredi lungo l'ampia strada delle mucche. Dalle baite, sul versante di Portaiola, si segue a destra una buona mulattiera che in falsopiano porta in breve alla cappelletta di Terza (1859 m). L'ampia sella erbosa soprastante è il colle di Loana. Dalla cappella un buon sentiero recentemente sistemato e segnalato sale diagonalmente e in ambiente aperto il versante meridionale del Cimone di Straolgio. A quota 1920 m inizia a scendere seguendo le rughe della montagna e porta all'alpe Straolgio. Dalle baite, un sentiero scende rapidamente il pendio per poi giungere in falsopiano al margine superiore della conca dell'alpe La Balma. Qui si incontra il sentiero che viene da Scaredi; lo si risale tornando al valico e, lungo l'itinerario di salita, a Fondighebi.

Note: Dalla cappella di Terza (raggiungibile direttamente anche dall'alpe Cortevecchio attraverso il colle di Loana) si può salire al Cimone di Straolgio (2162 m) direttamente lungo un sentiero che percorre l'ampia dorsale sud-est oppure raggiungendo quota 1920 m e quindi il sentiero di dorsale. Dal Cimòn in breve per facile cresta al Pizzo Stagno (2182 m).

Punti di appoggio: bivacchi del Parco (sempre aperti) a Scaredi e all'alpe Straolgio
Fonti bibliografiche: P. Crosa Lenz - G. Frangioni, Parco Nazionale Val Grande, edizioni Grossi, Domodossola 2011

Alpe Straolgio
Alpe Straolgio
 
share-stampashare-mailshare-facebookQR Code