Home » Il Parco propone

I Sentieri del Gusto

Rassegna enogastronomica per la valorizzazione dei prodotti tipici

La Val Grande è uno dei luoghi più selvaggi d'Italia, una vallata unica, abitata per secoli da alpigiani e boscaioli ed ora meta di escursionisti e amanti della natura incontaminata.

Ma, come scriveva Teresio Valsesia nel 1985, «praticare la Val Grande unicamente come una ludica palestra per contemplazioni estetiche di grandi silenzi e di natura incorrotta, sarebbe troppo riduttivo. Bisogna invece scoprire anche le testimonianze dell'uomo, della civiltà contadina ormai trapassata» (T. Valsesia, Val Grande ultimo paradiso, Intra, Alberti 1985).

Ed è proprio per testimoniare e rendere omaggio al ricco e secolare patrimonio culturale delle popolazioni valgrandine che, all'inizio del 2000, è nato il gruppo culturale "Le Donne del Parco", composto da oltre cento donne residenti nei 13 comuni del Parco, il cui obiettivo consiste nel preservare e valorizzare le tradizioni di una antica civiltà alpina.
A loro va il merito di aver riscoperto le antiche ricette della cucina alpigiana, in un itinerario di sapori e cultura tramandato di generazione in generazione soprattutto dalle donne, custodi di questa terra durante lunghi secoli caratterizzati dalla emigrazione stagionale degli uomini in cerca di lavoro nelle aree più ricche.

Una ricerca di piatti tipici che ha visto coinvolte anche le Scuole Alberghiere della Provincia per sottolineare l'importanza della trasmissione delle tradizioni alle nuove generazioni e che è sfociata nella rassegna enogastronomica "I Sentieri del Gusto", organizzata dall'Ente Parco a partire dal 2001: una sorta di viaggio goloso attraverso i sentieri della Val Grande, alla scoperta della più autentica tradizione gastronomica di questa terra dai panorami splendidi che spaziano tra Lago Maggiore e Monte Rosa.
Ogni anno ristoranti, agriturismi, trattorie e rifugi del Parco propongono le ricette tradizionali degli alpigiani che vengono poi riprese dai ristoranti dei laghi e dell'Ossola, quasi a sottolineare ancora una volta il legame stretto tra montagna e lago nel territorio della Provincia del VCO.

«La rassegna "I Sentieri del Gusto" nasce dalla volontà di un Parco Nazionale di riscoprire le proprie origini - dichiara Franca Olmi, già presidente del Parco Nazionale Val Grande dal 1994 al 2004 e ideatrice della Rassegna - Questa rassegna vuole essere un omaggio all'operosità di chi ha abitato in passato queste vallate, ma anche uno stimolo per produttori e ristoratori a rivalutare antiche ricette offrendo al tempo stesso ai visitatori l'occasione per conoscere questo magnifico Parco, dove a meno di cento chilometri da Milano, si può ammirare una natura incontaminata conservata nel tempo grazie alla barriera naturale dei monti che la delimitano».

«Vuole essere anche l'occasione - prosegue Franca Olmi - per riscoprire il piacere dell'assaggio. Assaggiare vuol dire dedicare un momento a se stessi, interrompere la corsa con il tempo che costituisce sempre più spesso il limite della nostra vita quotidiana. Questa rassegna aspira a riscoprire le emozioni del gusto, il sapore dei cibi genuini, i valori della civiltà alpigiana. Un messaggio ancora più forte in quest'epoca di globalizzazione dove globalizzazione significa razionalità, mentre un parco è amor di tradizione, riscoperta di antichi valori, ricerca della propria identità. In altri termini, la globalizzazione nasce dalla mente; il parco nasce dal cuore».



Edizione 2016

 
Le Donne del Parco ai Sentieri del Gusto 2001
 
Presentazione della rassegna al Circolo della Stampa di Milano (2007)
 
I Sentieri del Gusto sul Naviglio Grande (Milano 2008)
 
Il presidente Zaccheo e il direttore Bagnati presentano i Sentieri del Gusto 2011
 
share-stampashare-mailshare-facebookQR Code