Home » Il Parco propone

Campi di volontariato

L'area Wilderness si apre al volontariato

Il Parco della Val Grande si apre al volontariato e chilometri di sentieri nel corso degli ultimi anni sono stati sistemati da un centinaio di volontari di associazioni locali e nazionali, celebrando con successo l'Anno Europeo del Volontariato promosso dall'Unione Euroepa.
Alcuni interventi sono ormai conclusi e già sperimentati da alcuni anni a questa parte, altri invece sono ancora in corso. Con diverse realtà associative provinciali l'Ente collabora attraverso convenzioni specifiche e assicurando un contributo economico alle spese vive necessarie per la realizzazione dei lavori.
La sezione di Intra dell'Associazione Nazionale Alpini che è ben radicata nel Parco dove gestisce una struttura ricettiva ed offre un servizio di ospitalità stagionale agli escursionisti, ha scelto di adottare il tratto della strada militare Cadorna che dal Passo Folungo va al Pian Vadà che è stata recuperata nel 2008 dal Parco, in collaborazione con il comune di Aurano, grazie a fondi del Ministero dell'Ambiente e della Fondazione Cariplo. Un gruppo di 25 volontari tiene monitorata la condizione della strada ed esegue tempestive segnalazioni riguardanti condizioni di disagio per la fruizione. Gli alpini nel mese di giugno 2011 hanno dunque pulito il sentiero e le canaline da detriti e sassi, oltre ad occuparsi periodicamente della manutenzione del sentiero natura Cicogna - Alpe Prà. Il Gruppo escursionisti Val Grande, con sede a Rovegro, ha sistemato invece il sentiero Corte Buè e Orfalecchio e l'associazione verbanese InAlp ha organizzato una giornata per pulire il sentiero che da Cicogna va a Pian di Boit e ha realizzato la fontana dell'alpeggio che è stata inaugurata nel 2011 in occasione dell'annuale festa di Pian di Boit. Alcuni volontari di Premosello hanno invece sistemato i sentieri per la Colma e la Colla; altri del Consorzio Montano Premosellese stanno lavorando al serbatoio della fontana vicina al bivacco del Parco all'Alpe La Colma.
A Trontano volontari di associazioni operanti nel Comune si preoccupano della manutenzione dei sentieri che conducono all'alpe Parpinasca e da lì alla zona del Ragozzale, mentre a Malesco un gruppo di volontari della Protezione civile e degli alpini hanno eseguito opere di manutenzione nell'area dell'alpe Straolgio; il consorzio Alpe Provola sistema da tre anni la rete sentieristica nel territorio di Finero.

Con i medesimi obiettivi l'Ente parco ha organizzato dal 2011 al 2013 i "Campi wilderness", campi di lavoro e di osservazione naturalistica sostenuti dalla Fondazione Comunitaria del VCO e gestiti dall'Associazione InAlp in collaborazione con Lipu e Società di Scienze Naturali del Verbano Cusio Ossola. I materiali didattici utilizzati e alcuni dei risultati raccolti durante i campi tenuti nelle stagioni 2012 e 2013 sono stati pubblicati in due opuscoli, dal titolo Biodiversità in campo, disponibili gratuitamente on-line: uno è dedicato all'alpe Straolgio, l'altro all'alpe Pian di Boit.

Dal 2014 i campi wilderness cambiano formula e diventano ancor di più ad "impatto zero", proponendo ai partecipanti soggiorni naturalistici in alpeggio, laboratori di azioni a tutela della biodiversità, per conoscere e sperimentare uno stile di vita sostenibile. Durante i campi verrà proposta una dieta vegetariana a base di cibi naturali e si utilizzeranno solo fonti energetiche rinnovabili.

La Val Grande, dal 2011 è inoltre stata scelta da Inachis, associazione nazionale di volontariato che opera nelle aree protette italiane.
La capitale del parco, Cicogna, ospita così nel mese di agosto di ogni anno ragazzi, di svariate età e provenienti da tutta Italia, che partecipano ai due campi di volontariato naturalistico organizzati dall'associazione, mettendo a disposizione del parco e della comunità la propria voglia di fare e di conoscere.
I ragazzi sono impegnati soprattutto nel ripristino di sentieri oggi parzialmente dimenticati, ma molto battuti nel passato, permettendo di congiungere con una piacevole passeggiata il centro di Cicogna con le frazioni Cascè e Merina.

Volontari al lavoro
 
Volontari al lavoro
 
Volontari al lavoro
 
Volontari al lavoro
 
share-stampashare-mailshare-facebookQR Code